Carrello

Come verniciare il cruscotto dell’auto: consigli per un perfetto fai da te

By 8 Agosto 2022 Blog
verniciare cruscotto auto

L’automobile è molto più di un mezzo di trasporto, poiché quando la scegliamo e ce ne prendiamo cura sappiamo che essa racconta agli altri qualcosa di noi, del nostro gusto, delle nostre preferenze, del nostro modo di rapportarci alla strada e al viaggio, del nostro stile di vita. Ecco perché avere cura della propria auto, personalizzarla o ripararla diventa un imperativo, non solo funzionale, ma anche estetico.

La verniciatura del cruscotto dell’auto può avvenire per vari motivi, ma i principali sono:

  • Dare un tocco di colore particolare per personalizzare il cruscotto;
  • Ritoccare un cruscotto vecchio o danneggiato.

Verniciare il cruscotto dell’auto è un’operazione lunga ma non complessa e, con qualche piccolo accorgimento, è possibile ottenere degli ottimi risultati.

La verniciatura del cruscotto: la scelta del colore

La prima scelta delicata da compiere è la marca della vernice a cui affidarsi e il relativo colore.

Per la scelta del colore è necessario capire l’effetto che si vuole ottenere; in linea di principio si può optare per una tonalità simile alla carrozzeria dell’auto, oppure lavorare sul contrasto, creando un effetto bicolore più evidente e incisivo.

La seconda scelta è la vernice da utilizzare. A tal proposito RePaint è un rivestimento acrilico flessibile di facile applicazione, perfetto per verniciare oggetti in plastica come il cruscotto. Questa vernice è disponibile sia in barattolo, applicabile con un pennello, sia in bomboletta spray. Utilizzare l’uno o l’altro sistema dipende dalla dimensione e dalle caratteristiche della superficie da trattare.

In linea di massima però la bomboletta spray può essere utile per superfici maggiori, se invece il ritocco da fare è di dimensione ridotta, è consigliabile lavorare con un pennello piccolo e preciso.

RePaint, inoltre, è disponibile in moltissimi colori, ed è facile, dunque, trovare agevolmente la vernice più adatta per ottenere l’effetto desiderato.

Verniciare il cruscotto dell’auto: come procedere

Per effettuare un buon lavoro di verniciatura bisogna innanzitutto pulire con attenzione la parte da trattare applicando alcol denaturato. Se la zona è correttamente pulita la vernice aderisce meglio. Per evitare di sporcare con la vernice delle aree che non si desidera trattare è utile apporre del nastro adesivo di carta per delimitare la zona da verniciare e proteggere le zone che non vanno colorate.

A questo per un classico lavoro di personalizzazione del cruscotto, la soluzione più semplice è scegliere l’utilizzo della bomboletta spray, orientandola verso la superfice da trattare, spruzzando da una distanza di circa 25 cm e applicando la vernice in strati sottili. Occorre, infine, lasciar asciugare il colore per circa trenta minuti per ottenere un effetto asciutto al tatto; nel giro di 36 ore si avrà invece un asciutto totale.

Qualora si decida di utilizzare più di un colore, occorre coprire man mano le parti del cruscotto che si desidera rimangano del primo colore, prima di passare all’applicazione del secondo colore.

Si consiglia, inoltre, di procedere alla verniciatura in un luogo ventilato, privo di polveri e luminoso, in modo da poter controllare che non ci siano imperfezioni evidenti (aloni, zone disomogenee che creino un effetto fortemente antiestetico). L’obiettivo è chiaramente quello di ottenere un’uniformità di copertura.

Lo shop RePaint è pronto per guidarti nella scelta della vernice più adatta e il nostro gruppo Facebook è disponibile per ottenere informazioni sulle tecniche di applicazione.